Tavolozza delle informazioni

Impostazioni generali

Larghezza

La larghezza dell’armadio dall’esterno del lato sinistro all’esterno del lato destro.

Profondità

La profondità dell’armadio senza frontale.

Lato profondo sinistro destro

Determina lo smusso del tipo di cabinet anteriore in diagonale sulla profondità dei due lati destro e sinistro. È anche possibile inserire un valore e un numero di gradi. Per fare ciò, è necessario utilizzare il segno del grado °.

Esempio: Lato profondo Sinistra Destra: 330 20°

Crea un mobile con una profondità laterale di 330 mm a sinistra. La profondità del lato destro viene calcolata in base all’angolo e alla larghezza dell’armadio.

Tetto spiovente L ̄ | R ̄ |

Determina lo smusso a sinistra e a destra utilizzando due coppie di valori. Una coppia di valori è costituita dallo smusso in alto (misurato orizzontalmente) e lateralmente (misurato verticalmente). È anche possibile inserire un valore e un numero di gradi. Per fare ciò, è necessario utilizzare il segno del grado °.

Esempio: Tetto inclinato L ̄ | R ̄ |: 20° 100 0 0

Crea uno smusso a partire dal lato sinistro 100 mm sotto l’altezza del mobile con una pendenza di 20° verso l’alto.

Impostazioni per i segmenti

Altezza segmento

Un armadio è composto da un massimo di cinque segmenti impilati. L’altezza qui indicata si riferisce sempre al centro dei piani intermedi. Per il primo segmento, sul bordo inferiore del piano inferiore, e per l’ultimo segmento, nella parte superiore del piano superiore. Le altezze del coperchio e dello zoccolo che contribuiscono all’altezza complessiva vengono inserite in un campo separato.

Segmenti di copia semplificata

Inserendo un numero intero negativo, è possibile copiare nella sua interezza un segmento sottostante. Ad esempio, se si desidera copiare i valori dal segmento Inferiore, che si trova due segmenti più in basso, immettere – 2 nel campo Altezza.

Estendi l’altezza del segmento all’altezza totale

L’immissione di una misura negativa aumenta o diminuisce l’altezza del segmento in base al valore mancante. Se, ad esempio, per un armadio con un’altezza totale esistente di 740 mm (600 mm nella parte inferiore del segmento, 140 mm nella parte inferiore centrale del segmento), il valore – 800 mm viene inserito nel campo Altezza della parte inferiore centrale del segmento, questa verrà estesa da 60 mm a 200 mm .

Gestire la rotazione e le posizioni nel segmento

Il campo è composto da due sezioni.

  1. Un unico valore per il numero di gradi di rotazione della maniglia
  2. Valori multipli per la posizione della maniglia su una parte anteriore all’interno di una divisione verticale. I fronti sovrapposti di un segmento (divisione orizzontale) hanno la stessa posizione.

Il valore per la posizione di una maniglia è costituito da due caratteri per la posizione orizzontale e verticale sul davanti:

  1. Posizioni orizzontali: sinistra, destra, centralee 2 per una presa su entrambi i lati sinistra e destra
  2. Posizioni verticali: Unten, Half, Oen
  3. Il carattere N non disegna una maniglia nella posizione

Esempio: Maniglia a U Rosso° Pos LRM2:OMU/N90 RO N LO

La maniglia è ruotata di 90°. Le posizioni per una tripla divisione verticale sono da sinistra a destra: In alto a destra, Nessuna maniglia e In alto a sinistra

Suddivisione di un segmento

Il campo è composto da tre valori consecutivi

  1. Divisione verticale: numero di parti una accanto all’altra
  2. Divisione orizzontale: numero di parti una sopra l’altra (senza scomparti!)
  3. Lato centrale (V) o ripiano intermedio (H) continuo

La divisione verticale determina il numero di scomparti separati da lati centrali. È irrilevante se il lato centrale è disegnato nella posizione o meno. Vedere il campo laterale centrale.

La divisione orizzontale disegna ulteriori piani intermedi. Questo è destinato principalmente a cassetti aggiuntivi uno sopra l’altro in un segmento e si sovrappone ai ripiani.

Se all’interno di un segmento sono presenti lati intermedi e piani intermedi, il terzo parametro specifica quale dei due viene tracciato nei punti di intersezione.

Esempio: Suddivisione Verticale Orizzontale5 2 V

Il segmento ha cinque parti una accanto all’altra e quindi quattro lati centrali, oltre a due parti una sopra l’altra e quindi un piano intermedio. Il piano intermedio incontra i lati intermedi.

Direzione della cerniera della porta e visibilità del lato centrale

Il campo è costituito da valori sequenziali alternati per la direzione di un fermo porta all’interno di un segmento, seguiti dalla visibilità del lato centrale.

Per la posizione delle cerniere della porta, cioè le cerniere della porta, sono ipotizzabili quattro possibilità:

PosizioneSegnoPresentato come
A sinistraL, l, >>
A destraR, r,<
SopraO, o,O
SottoU, uU

La visibilità o la formazione del lato centrale è regolata qui da un carattere di controllo:

FormazioneSegnoPresentato come
Invisibilen, x, 0
All’internoio!!
Normalej, y, 1|

Esempio: Corsa L/R/O/U MitSei J/N: r j l n o

Questa sequenza di segni significa che la prima porta è incernierata da sinistra a destra. Quindi viene disegnata una pagina centrale. La porta centrale è incernierata sul lato sinistro di questo lato centrale. Manca il lato centrale successivo e il segmento termina con un lembo incernierato nella parte superiore.

Per motivi di chiarezza, le voci sono presentate come segue: Corsa L/R/O/U MitSei Y/N: • O

Consolidamento di fronti adiacenti

Il lato centrale interno è un caso speciale per i frontali che si estendono sul lato centrale. In questo caso, è possibile combinare due fronti da parti adiacenti. Questo consolidamento viene effettuato solo nel caso di lati centrali interni (!) o invisibili (•) e anche solo se la direzione di incernieramento delle porte altrimenti adiacenti sarebbe la stessa. L/R/O/U MitSei J/N: < ! < |

Questa sequenza di caratteri indica una divisione del segmento in tre parti. La prima e la seconda parte sono separate da un lato centrale interno. Poiché la direzione di attacco su queste due parti è a sinistra, la parte anteriore è combinata e colpita a sinistra (cioè sul lato sinistro del corpo).

La terza parte è poi separata dalle prime due da un normale lato centrale e quindi vi viene disegnata una porta separata, anch’essa incernierata a sinistra.

La distanza tra i lati centrali interni può essere regolata segmento per segmento nel parametro Distanza lato centrale anteriore .

Spaziatura dei lati centrali

Il campo consente di dividere manualmente i lati centrali sulla larghezza dell’armadio di un segmento. Ci sono due modi per farlo:

  • Ripiani della stessa larghezza (standard). La larghezza disponibile di tutti i lati centrali non fissi è suddivisa in modo tale che gli scomparti abbiano la stessa larghezza libera.
  • Frontali della stessa larghezza. Entra in vigore non appena viene inserito il segno = nel campo. La larghezza disponibile è distribuita uniformemente, tenendo conto dei giunti anteriori, in modo che i frontali siano della stessa larghezza.

Le informazioni mancanti vengono calcolate uniformemente distribuite sulla larghezza rimanente.

Esempio degli stessi frontali: MS larghezza libera (=fronte/scomparto)200 = = 200

Questa sequenza di segni per una suddivisione verticale in quattro parti di un semgent significa:

  • La distanza tra il lato sinistro del corpo e il centro del primo lato del corpo è di 200 mm, la stessa della distanza tra il centro dell’ultimo lato del corpo e il lato destro del corpo
  • Il lato centrale tra di loro è distribuito uniformemente, in modo che la larghezza anteriore della seconda e della terza porta sia la stessa. Con larghezze anteriori equamente distribuite, vengono presi in considerazione diversi giunti anteriori a sinistra, a destra e verticali.
  • Il numero di pagine centrali è definito dal campo Suddivisione

Esempio degli stessi soggetti: MS larghezza libera (=fronte/scomparto)200 200 0 0

Poiché la specifica 0 viene conteggiata come carattere per le stesse larghezze del soggetto, queste voci vengono visualizzate come segue: MS larghezza libera (=fronte/scomparto)200 200 – –

Questa sequenza di segni per una suddivisione verticale in quattro parti di un semg significa quindi:

  • La distanza tra il lato sinistro del corpo e il centro del primo lato centrale e poi al centro del secondo lato centrale è di 200 mm ciascuno
  • Il lato centrale successivo è distribuito uniformemente, in modo che la luce della seconda e della terza porta sia la stessa. Vengono presi in considerazione diversi spessori dei lati e dei lati centrali.
  • Il numero di pagine centrali è definito dal campo Suddivisione

Classificazione degli scaffali

Specifica il numero di ripiani. È possibile utilizzare una griglia (ad es. 32 mm), indicata dal carattere *. Il punto di riferimento della griglia è il bordo inferiore del pavimento del segmento, che può essere un piano intermedio o il piano inferiore.

Esempio: numero di scomparti > inferiore: 2 * 32

Crea due ripiani equidistanti e li sposta nel punto più vicino della griglia da 32 mm.

I valori calcolati vengono aggiunti al campo Compartimenti Numero di partizioni > inferiore: 2*32 192 384

Il primo ripiano si trova a 192 mm sopra il pavimento del segmento, il secondo a 384 mm.

Queste misure indicano la differenza di altezza tra il bordo inferiore del pavimento del segmento corrente e lo scaffale. Le altezze possono anche essere impostate manualmente. Se è definita una griglia, le altezze inserite vengono allineate e regolate di conseguenza. Se non si desidera alcuna griglia, l’operatore * può essere omesso. Viene poi integrato nella forma 2*0.

Parametri vari

Altezza della base

L’altezza dello zoccolo fino al bordo inferiore del piano inferiore. L’altezza dello zoccolo è inclusa nell’altezza totale.

Posizione della presa

Il tipo di presa ha un piede o un set di simboli. È possibile specificare qui le posizioni in cui viene inserito un piede.

Le posizioni possibili sono i valori o i valori composti dei caratteri Links, Rechts, Vorne, Hinten e Mitte.

Esempio: Posizione presa L R V H (+M): L LM H HM

Questa combinazione crea piedi su:

  • L: anteriore e posteriore sinistro
  • LM: Centro Sinistro
  • H: Posteriore destro e sinistro (dove la sinistra sarebbe già coperta da L )
  • HM: Difensore centrale

Incavo del piedistallo

Il campo è composto da quattro valori per l’incavo della base misurato a sinistra, a destra, davanti e dietro perpendicolarmente all’esterno del corpo.

Ad esempio, se il primo valore è 30 mm, le prese nelle posizioni sinistra (L o LV, LH e LM) sono rientrate di 30 mm dal lato sinistro del corpo.

Spessore della presa

Il campo è composto da quattro valori per lo spessore della presa o della cornice sinistra, destra, fronte e retro.

Ad esempio, il primo valore (a sinistra) è 90 mm e il terzo valore (anteriore) è 60 mm. Ad esempio, un piede in posizione anteriore sinistra sarà largo 90 mm e profondo 60 mm. Un pannello frontale avrebbe uno spessore di 60 mm.

Spessore del coperchio / Smusso

Il campo è composto da tre valori per lo spessore del coperchio e, se applicabile, lo spessore di uno smusso in alto e in basso. Lo smusso viene preso in considerazione solo nel caso di tipi di coperchio arrotondati o smussati .

Una combinazione di valori di 45 8 0 otterrebbe uno spessore del coperchio di 45 mm e uno smusso di 8 mm nella parte superiore con il gechamfer del tipo di coperchio.

Sporgenza del coperchio

Il campo è composto da quattro valori per la sporgenza del coperchio a sinistra, a destra, davanti e dietro

Una combinazione di valori 30 15 15 0 sporgerebbe il coperchio di 30 mm nella parte anteriore e di 15 mm a sinistra e a destra e consentirebbe al case di essere a filo con il retro.

Oggetto coperchio

Qui è possibile inserire il nome di un simbolo, che apparirà quindi sul coperchio. La posizione e la dimensione possono quindi essere regolate utilizzando il parametro Posizione e dimensione dell’oggetto coperchio .

Posizione e dimensione dell’oggetto coperchio

Consente di specificare una posizione utilizzando la coordinazione X e Y e la larghezza del simbolo

  • Pos X – Posizione in direzione x (larghezza) a partire dal lato sinistro dell’armadio
  • Pos Y – Posizione in direzione y (profondità) a partire dalla parte anteriore dell’armadio
  • Larghezza – quota nella direzione x del simbolo. Questo viene scalato simmetricamente in tutte e tre le dimensioni con lo stesso fattore.

Altezza/spessore del listello di copertura

In questo caso, l’altezza e lo spessore del listello di copertura possono essere regolati con due valori consecutivi. È disegnato sul coperchio sul bordo posteriore e nella larghezza del coperchio

Vista dall’alto in pianta 2D

Se questa casella di controllo è attivata, l’armadio viene disegnato in una rappresentazione bidimensionale semplificata nella vista “Pianta 2D”.

Parametri anteriori

Tipo di arresto e smusso della parte anteriore per segmento

Specifica il tipo di cerniere di una porta all’interno di un segmento e se è smussata o diritta nel caso di un armadio inclinato. Si tratta di un multi-campo con cinque valori separati da spazi per ogni segmento da U a O

Il tipo di attacco viene inserito con i seguenti caratteri:

  • a – Servire
  • g – Montare e non smussare (gerade)
  • s – Interposto, con i lati visibili
  • b – Interposto, con fianchi e fondi visibili
  • m – Interposto, con i lati e i lati centrali visibili
  • z – Impatto intermedio, con piani intermedi visibili

Nel caso di un armadio inclinato, i frontali vengono smussati automaticamente, a meno che non sia specificato il tipo di battuta g . Gli interiezionali sono sempre smussati.

Esempio: Tipo di arresto anteriore/deflg U->Og s s s s

Questa sequenza di segni significa che nel segmento U la parte anteriore è disegnata in modo rettilineo e rettilineo. I segmenti sopra sono tutti sovrapposti e smussati (se si tratta di un mobile inclinato).

Anche il campo viene compilato automaticamente. Ad esempio, se si immette mb , tutte le parti anteriori dei segmenti vengono disegnate tra loro con i lati centrali e inferiori visibili. Il campo è completato come segue: Tipo di arresto anteriore/Abschrg U-Obm bm bm> bm bm

Forza anteriore

Qui, la forza della parte anteriore può essere regolata con valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto. Il valore si applica anche a più fronti all’interno di un segmento creato da una suddivisione orizzontale o verticale.

Snodo anteriore

Qui è possibile regolare con valori successivi i giunti (sinistra, destra, su, giù, orizzontale e verticale) di un fronte. Sinistra, destra, alto e basso si riferiscono all’articolazione verso l’esterno del corpo. Il valore per orizzontale e verticale definisce la dimensione del giunto della parte anteriore tra due fronti uno sopra l’altro/uno accanto all’altro. Sdraiati l’uno sull’altro (orizzontalmente) poi anche su segmenti.

Distanza Anteriore Anteriore

Qui, la distanza tra la parte anteriore e anteriore del corpo può essere regolata con valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto. Le porte che si aprono si muovono in avanti, mentre le porte che si aprono si spostano più indietro.

Aggiunta al giunto anteriore orizzontalmente

Qui, è possibile impostare valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto per aumentare la larghezza dei giunti sui lati sinistro e destro della parte anteriore. In questo caso, un valore positivo indica un’aggiunta al giunto o a una quota, quindi un valore negativo ingrandisce la parte anteriore.

Se il valore non è contrassegnato in modo esplicito per sinistra o destra, verrà dimezzato e diviso. Questa assegnazione esplicita viene eseguita con i caratteri di controllo U e O per bottom e top. All’interno del valore composto di un segmento, non è possibile utilizzare alcuno spazio.

Esempio:

Anteriore Encore Orizzontale U->O20 L20 R20 R-20 L20R-30Questa sequenza di caratteri significa che nel segmento …

  • In basso la parte anteriore un totale di 20, cioè divisi in 10 sul lato sinistro e destro
  • Middle Bottom una quota del lato di 20
  • Centro centrale una misura del lato destro di 20
  • Al centro in alto, un’aggiunta di 20 sul lato destro
  • In alto, una quota di 20 a sinistra e un’aggiunta di 30 a destra

ha.

Aggiunta al giunto anteriore in verticale

Qui, è possibile impostare valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto per aumentare la larghezza dei giunti adiacenti sopra e sotto la parte anteriore. In questo caso, un valore positivo indica un’aggiunta al giunto o a una quota, quindi un valore negativo ingrandisce la parte anteriore.

Se il valore non è contrassegnato in modo esplicito per Top o Bottom, verrà dimezzato e diviso. L’assegnazione esplicita funziona come il giunto anteriore orizzontale, solo con i caratteri di controllo U e O per il fondo e l’alto invece di L e R. All’interno del valore composto di un segmento, non è possibile utilizzare alcuno spazio.

Esposizione aperta dei frontali

Le facciate possono essere visualizzate aperte segmento per segmento.

Le informazioni sono fornite come numero intero in gradi per le porte e in percentuale per le tende a rullo e le porte scorrevoli.

Esempio: Apertura frontale in percentuale U->O15 0 0 0 0

Questa sequenza di segni significa che nel segmento U il fronte è aperto di 15°. Nel caso di tende a rullo o porte scorrevoli, il 15% dell’altezza della porta.

Nome simbolo: Maniglia

In questo caso, è possibile specificare un nome di simbolo per la maniglia con valori sequenziali per ogni segmento dal basso verso l’alto. Se vengono specificati più valori diversi, questi devono essere separati da una barra verticale.

Distanza della maniglia dalla parte anteriore orizzontale

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per specificare una distanza laterale per la maniglia dall’esterno della parte anteriore per ogni segmento dal basso verso l’alto. Il fatto che questo venga misurato da sinistra o da destra dipende dalla posizione dell’impugnatura .

Distanza della maniglia dalla parte anteriore verticalmente

In questo caso, è possibile utilizzare i valori sequenziali per ogni segmento dal basso verso l’alto per specificare una distanza verticale per la maniglia rispetto all’esterno della parte anteriore. Il fatto che questo venga misurato dall’alto o dal basso dipende dalla posizione dell’impugnatura .

Larghezza fregio dell’anta incorniciata

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per specificare la larghezza dei fregi della cornice a sinistra, a destra, in alto e in basso per la versione anteriore della porta con telaio.

Riempimento dell’anta a telaio

In questo caso, lo spessore del riempimento nella versione anteriore dell’anta a telaio e la distanza della parte posteriore del pannello dal bordo posteriore del telaio possono essere specificati con valori successivi.

Piega del riempimento di un’anta incorniciata

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per specificare l’altezza e la profondità della battuta del pannello per la versione frontale dell’anta intelaiata.

Numero di barre di vetro di una porta intelaiata

In questo caso, è possibile utilizzare tre valori consecutivi per specificare il numero di barre di vetro orizzontali e verticali, nonché il piolo continuo nella versione con telaio anteriore. Il terzo segno indica quale gradino passa attraverso: Vertico o orizzontale H

Per i pioli orizzontali, è possibile specificare un valore per ogni piolo a turno, che definisce la distanza dal bordo inferiore della parte anteriore al centro del raccordo.

Dimensioni delle barre di vetro di una porta a telaio

In questo caso, è possibile utilizzare tre valori consecutivi per specificare la larghezza, lo spessore e la distanza dalla parte posteriore delle barre del vetro nella versione anteriore dell’anta a telaio.

Parametri del corpus

Formazione angolare dei lati del corpo

Qui è possibile impostare la formazione degli angoli con valori successivi per gli angoli Sinistra in basso, Destra in basso, Sinistra in alto, Destra in alto. I valori possibili sono:

  • S – lato dappertutto. Dossi del terreno
  • B – Pavimento dappertutto. Avvisi popup di pagina
  • G – Taglio obliquo tra lato e fondo
  • R – Lato inferiore continuo ed esteso per l’altezza della base (disponibile solo negli angoli inferiori)

Spessore della pagina

In questo caso, è possibile utilizzare due valori consecutivi per indicare lo spessore del lato sinistro e destro.

Spaziatura laterale

In questo caso, la distanza dei lati dalla parte anteriore/posteriore/superiore e inferiore del corpo può essere regolata con quattro valori consecutivi. I primi quattro valori si riferiscono al lato sinistro, il resto al lato destro.

Disegna la pagina a sinistra e a destra

Qui è possibile specificare con due valori consecutivi se deve essere disegnata la lineao illato reale.

Spessore del terreno

In questo caso, lo spessore del terreno può essere specificato con valori successivi per ogni piano, dal piano inferiore ai quattro piani intermedi fino al suolo superiore.

Altezza da terra nella parte anteriore

Qui, la distanza del pavimento dalla parte anteriore della carcassa può essere regolata con valori successivi per ogni piano dal piano inferiore ai quattro ripiani intermedi al piano superiore.

Larghezza del pavimento, design come traversa

Qui, la larghezza del pavimento (in direzione della profondità dell’armadio) può essere regolata con valori successivi per ogni piano dal piano inferiore ai quattro ripiani intermedi al piano superiore. Un valore positivo indica la larghezza assoluta del pavimento. Un valore negativo determina la distanza del pavimento dalla parte posteriore all’interno della parete posteriore (se presente, altrimenti il bordo d’uscita del corpo) e quindi la larghezza del pavimento rispetto alla parte posteriore del corpo.

Inoltre, aggiungendo due lettere alla larghezza, è possibile determinare se il pavimento è disegnato come una traversa nella parte anteriore e/o posteriore. Sono possibili i seguenti valori:

  • Horizzontale
  • Vertikal
  • Nondisegnare

Un ingresso di 120HV disegnerebbe il pavimento come una traversa orizzontalmente nella parte anteriore e verticalmente nella parte posteriore con una larghezza di 120.

80NV disegna il pavimento come una capriata solo nella parte posteriore verticalmente con una larghezza di 80.

-100 disegna il pavimento con una distanza dal retro di 100

Spessore del lato intermedio

In questo caso, i valori sequenziali possono essere utilizzati per specificare lo spessore dei lati centrali per ciascun segmento dal basso verso l’alto

Distanza tra il lato centrale e quello anteriore

In questo caso, è possibile utilizzare valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto per indicare la distanza tra i lati centrali e la parte anteriore del corpo. Se il tipo di arresto della parte anteriore è impostato con i lati centrali visibili, questo valore deve essere 0.

Per ogni segmento, due valori sono indicati separatamente da una I (per interno). Il primo valore si applica ai normali lati intermedi. Il secondo è per i lati centrali interni, che sono trattati nel parametro della direzione della cerniera della porta e della visibilità del lato centrale e consentono di realizzare frontali trasversali al centro.

Larghezza del lato centrale

In questo caso, la larghezza del lato centrale (in direzione della profondità dell’armadio) può essere regolata con valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto. Un valore positivo indica la larghezza assoluta. Un valore negativo determina la distanza tra il lato centrale e la parte posteriore e l’interno della parete posteriore (se presente, altrimenti il bordo d’uscita del corpo) e quindi la larghezza relativa alla parte posteriore del corpo.

Spessore dei ripiani

Qui è possibile specificare lo spessore dei ripiani con valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto

Distanza tra il ripiano anteriore e il ripiano

In questo caso, i valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto possono essere utilizzati per indicare la distanza tra i ripiani e la parte posteriore del frontale.

Larghezza del ripiano

In questo caso, la larghezza dei ripiani (in direzione della profondità del mobile) può essere regolata con valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto. Un valore positivo indica la larghezza assoluta. Un valore negativo determina la distanza del ripiano dalla parte posteriore all’interno della parete posteriore (se presente, altrimenti il bordo d’uscita della carcassa) e quindi la larghezza relativa alla parte posteriore della carcassa.

Spessore dei ripiani intermedi all’interno di un segmento

In questo caso, è possibile utilizzare valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto per indicare lo spessore dei piani intermedi all’interno di quel segmento

Distanza dei ripiani intermedi all’interno di un segmento dalla parte anteriore

In questo caso, i valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto possono essere utilizzati per indicare la distanza dei piani intermedi all’interno di questo segmento dalla parte anteriore a quella anteriore. Se il tipo di arresto anteriore è impostato in un punto intermedio e con fondi intermedi visibili, la distanza si riferisce al bordo anteriore del corpo e deve essere 0.

Larghezza dei ripiani intermedi all’interno di un segmento

In questo caso, la larghezza dei ripiani intermedi all’interno di quel segmento (nella direzione della profondità dell’armadio) può essere regolata con valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto . Un valore positivo indica la larghezza assoluta. Un valore negativo determina la distanza del ripiano dalla parte posteriore all’interno della parete posteriore (se presente, altrimenti il bordo d’uscita della carcassa) e quindi la larghezza relativa alla parte posteriore della carcassa.

Fianchi centrali continui ai piani

Consente, tra le altre cose, pagine centrali continue. Per ogni piano (dal piano inferiore al piano superiore con i piani intermedi), è possibile utilizzare una lettera per indicare se:

  • B – attraversare i piani
  • M – attraversa i lati centrali
  • Z – i ripiani passano, ad eccezione dei lati intermedi che possono essere uniti tra loro

I lati centrali che possono essere uniti tra loro sono nella stessa posizione in due segmenti uno sopra l’altro.

Nel caso dei fondi inferiori e superiori, Z consente il passaggio solo dei lati intermedi, che sono già continui rispettivamente sopra e sotto il segmento.

Tavolozza delle informazioni - ElementiWiki

Parametri del cassetto

Spessore delle parti del cassetto

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per indicare lo spessore del lato sinistro, destro del cassetto, del fronte, del retro e del fondo del cassetto.

Altezza delle parti del cassetto

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per specificare l’altezza del lato sinistro, destro del cassetto, del pezzo anteriore e posteriore nel rispettivo segmento.

Aria delle parti del cassetto nella parte inferiore

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per specificare la distanza tra il lato sinistro, destro del cassetto, la parte anteriore, posteriore e il fondo del cassetto dal bordo superiore del ripiano per carcasse nel rispettivo segmento.

Aria delle parti del cassetto nella parte anteriore

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per indicare la distanza tra il lato sinistro/destro del cassetto e il lato sinistro/destro della carcassa e il pezzo anteriore all’interno del frontale.

Profondità della scanalatura delle parti del cassetto

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per specificare la profondità della scanalatura del fondo del cassetto sul lato sinistro, destro del cassetto e sul pezzo anteriore/posteriore.

Profondità di spinta dei cassetti

Qui, la profondità dei cassetti può essere regolata con valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto. Un valore positivo indica la profondità assoluta. Un valore negativo determina la distanza del cassetto dal retro all’interno della parete posteriore (se presente, altrimenti il bordo d’uscita della carcassa) e quindi la profondità relativa al retro della carcassa.

Aggiunta di parti del cassetto

In questo caso, i valori consecutivi possono essere utilizzati per specificare un’aggiunta alla distinta base per i cassetti contrassegnati con caricamento a molla nell’ordine seguente:

  • Parte anteriore, il valore è diviso in un’addizione a sinistra e a destra
  • backpiece, il valore è diviso in un’addizione a sinistra e a destra
  • Lato sinistro, bis anteriore
  • Lato sinistro, bis posteriore
  • Lato destro, bis anteriore
  • Lato destro, bis posteriore

Configurazione di un sistema di guida del telaio

In quest’area è possibile assegnare le impostazioni per un sistema di guida del telaio (ZFS). Il nome di questo ZFS deve corrispondere al nome di un modello di foratura CAM elemento per uno ZFS.

La configurazione nell’area superiore avrà effetto solo dopo che è stata utilizzata per min. un segmento è stato copiato nelle impostazioni del sistema di guida telaio nell’area inferiore. Lo ZFS non è disegnato nell’originale, ma il cassetto è mostrato per una posizione esatta dei fori.

Il pulsante Tavolozza delle informazioni - ElementiWiki per selezionare il nome di un modello di foratura assegna un nome ZFS a uno schema di foratura esistente in Elements CAM . Con questo nome, viene quindi utilizzato un file di configurazione per verificare se esiste e quindi i suoi valori vengono trasferiti nella finestra di dialogo. Tuttavia, per la configurazione è possibile utilizzare anche qualsiasi altro nome.

Per impostazione predefinita, il file di configurazione con le voci per i sistemi di guida telaio estraibile del sistema .csv si trova nella cartella:C:\Users\Public\Documents\ElementsCAD\Configurations\Drawer

Con il pulsante Tavolozza delle informazioni - ElementiWiki per salvare lo ZFS, una voce della configurazione attuale viene memorizzata nel file di configurazione.

Esempio Blum Antaro:

Blum AntaroBlum Antaro Taglio

Per la visualizzazione da un lato e la corretta esportazione degli schemi di foratura dall’altro, i parametri della pagina vengono regolati come segue:Spessore della pagina SDIl diagramma di foratura fornito in ElementsCAD tiene conto di una distanza di 6 mm dall’interno della carcassa all’esterno del cassetto. Nell’illustrazione, la parete posteriore si scontra con l’interno del lato del cassetto. La dimensione per il taglio della parete posteriore è la distanza tra l’interno della carcassa meno 87 mm. Ciò si traduce in 43,5 mm dall’interno del lato del cassetto all’interno della carcassa. Se si sottraggono i 6 mm di aria presunta, si ottengono 37,5 mm per lo spessore laterale del lato del cassetto.Altezza laterale SHL’altezza laterale del bordo inferiore della guida della carcassa è di 95,5 mmSpessore della parete posteriore RDLa parte superiore per il taglio della parete posteriore è di 16 mmAltezza della parete posteriore RHL’altezza della parete posteriore è di 135 mmLa distanza della parete posteriore dal lato della carcassa RSLa distanza della parete posteriore dall’interno della carcassa è determinata dallo spessore laterale è 87 mm / 2 = 43,5 mmSpessore del pavimento BDEa stessa distanza per lo spessore della parete posteriore, il Spessore del pannello per il taglio del pavimento 16 mmDistanza dal pavimento BUDLa distanza dal bordo inferiore della rotaia della carcassa è di 9 mmDistanza dal pavimento dal lato della carcassa BSLa distanza dal pavimento dall’interno della carcassa è di 37,5 mmDistanza dal pavimento dalla lunghezza nominale BHLa distanza dal pavimento dal bordo inferiore della rotaia della carcassa è di 24 mm per una parete posteriore in legnoDistanza dal pavimento al bordo inferiore della rotaia della carcassa La distanza tra il bordo inferiore della rotaia della carcassa e il pavimento sottostante è di almeno 0 mm, cioè il binario poggia sul fondo della carcassa. Il valore deriva dalla distanza minima di 33 mm tra il collegamento a vite della guida della carcassa e la posizione verticale del foro del modello di foratura per la guida della carcassa Blum Antaro a 33 mm:Blum Antaro Body Rail Drill PatternIl valore Y si riferisce alla posizione orizzontale del secondo foro della rotaia della carcassa dalla parte anteriore del lato della carcassa.

Blum Antaro

Distanza del foro per l’attacco frontale dal lato del cassettoTenendo conto delle informazioni di cui sopra, lo schema di foratura del fissaggio anteriore, che si riferisce all’esterno delle sponde del cassetto, si traduce in una dimensione di 15,5 mm – 6 mm = 9,5 mm:Blum Antaro Schema di foratura per montaggio frontaleIl valore X di 47,5 mm è la distanza verticale del foro per l’attacco anteriore dal bordo inferiore del binario della carcassa (vedi altezza laterale)

Assegnazione del sistema di guida del telaio

In questo caso, è possibile utilizzare un pulsante per il nome ZFS per copiare la configurazione creata nell’area superiore segmento per segmento. I valori vengono quindi inseriti in modo appropriato nell’area inferiore, in modo che il cassetto sia indicato per una posizione esatta dei fori. (Nota: il pulsante è attivo solo se nel rispettivo segmento è presente anche un cassetto.)

Il pulsante con la freccia su, invece, trasferisce la configurazione di un segmento in alto in modo opposto

Il pulsante con la X rossa rimuove l’assegnazione a un nome ZFS dal segmento. Tuttavia, i valori del cassetto rimangono invariati.

Parametri del pannello posteriore

Spessore del pannello posteriore e distanza dallo schienale

In questo caso, lo spessore del pannello posteriore può essere regolato in base alla larghezza del cabinet, quindi la distanza del pannello posteriore dal bordo d’uscita del corpo può essere regolata con valori successivi per ogni segmento dal basso verso l’alto.

Con l’ultimo dei sei valori in questo campo, è anche possibile influenzare la formazione della scanalatura della parete posteriore. Il valore 1 crea scanalature continue sui lati (intermedi), in questo caso non viene generata alcuna fresatura di inserzione (valore 0).

Profondità della scanalatura del pannello posteriore

In questo caso, i valori successivi possono essere utilizzati per specificare la profondità della scanalatura del pannello posteriore nel seguente ordine:

  • Sinistra – profondità della scanalatura sul lato sinistro
  • Destra – profondità della scanalatura sul lato destro
  • Dall’alto – profondità della scanalatura verso l’alto verso il basso
  • Dal basso – profondità della scanalatura al fondo inferiore
  • Orizzontale – profondità della scanalatura fino ai ripiani intermedi (larghezza dell’armadio)
  • Verticale – profondità della scanalatura sui lati centrali (a livello di armadio)
  • Come battuta – valore 1: la formazione di una scanalatura come scanalatura non dipende più dalla profondità della scanalatura.

Distanza dell’aria nella scanalatura del pannello posteriore dalla parte posteriore

In questo caso, l’aria verso la parete posteriore nella scanalatura può essere specificata con valori successivi nel seguente ordine:

  • Sinistra – Aria a sinistra
  • Destra – Aria a destra
  • Dall’alto – aria all’ultimo piano
  • Dal basso – aria al piano inferiore
  • Orizzontale – aria ai ripiani intermedi (a livello di armadio)
  • Verticale – aria ai lati centrali (a livello di armadio)

Parametri dell’armadio angolare a 90°

È possibile creare un armadio ad angolo utilizzando il campo Tipo di armadio . Al mobile principale viene aggiunto un secondo armadio, ruotato di 90° (armadio base). Entrambi gli armadi hanno l’elenco completo dei parametri e possono quindi essere adattati individualmente.

Assegnazione dell’armadio angolare a 90° tramite ID

Armadio portadocumenti destroA83

Questo campo viene precompilato automaticamente quando si seleziona il tipo di armadio come armadio ad angolo. Qui, ad esempio, con l’ID dell’armadio base A83

Se si inserisce qui il simbolo ‘-‘, è possibile rimuovere un armadio esistente.

Con il segno ‘+’ si crea un mobile che viene ruotato di 90° e aggiunto a quello esistente.

È anche possibile utilizzare un archivio esistente come controparte inserendo l’ID degli elementi (o il nome dell’oggetto) nel campo.

Definizione del coperchio per un mobile angolare a 90°

Tavolozza delle informazioni - ElementiWiki

Per l’armadio principale e quello base di un armadio ad angolo, è possibile definire un pannello a sinistra e a destra. La posizione e le dimensioni sono definite come segue:

  • Larghezza (X-inside): In relazione alla posizione del pannello dell’armadio adiacente
  • Larghezza (X-esterno): In relazione al frontale della porta più il giunto anteriore a sinistra o a sinistra. A destra
  • Spessore (Y-esterno): Dal bordo anteriore della parte anteriore della porta più resistente di tutti i segmenti
  • Spessore (Y-interno): … fino allo spessore dell’apertura
  • Altezza (Z-Bottom): Dal bordo inferiore della parte anteriore della porta più bassa
  • Altezza (Z-top): fino al bordo superiore della parte anteriore della porta superiore

Spessore del diaframma Encore OffY: 19 0 0 19

Il parametro Aperture Strength Pull OffY ora influisce sulle seguenti dimensioni dell’apertura:

  • Spessore: Sposta End-Y
  • Pull: due valori per l’aggiunta alla larghezza calcolata (X-inside) e (X-outside)
  • OffY: Sposta (offset) il diaframma e così (Y-esterno)

La larghezza (X-esterno) può anche essere influenzata indirettamente orizzontalmente tramite una tolleranza frontale . In questo caso, l’estremità della lunetta e quindi la sua larghezza cambia in modo analogo all’inizio del frontale.

Esempio: Intensità del diaframma Encore OffY: 30 50 19

Crea un’apertura con

  • Spessore della lunetta: 30 mm
  • Sovrapposizione del pannello e del frontale: 50 mm – spessore del giunto frontale verticalmente a sinistra o a sinistra A destra
  • Offset di 19 mm rispetto al bordo anteriore: 19 mm

Definire il pannello posteriore per un armadio angolare a 90°

Spessore Larghezza rosso°: 19 80 0

A seconda dell’impostazione del parametro rosso, il pannello posteriore può essere costruito in due parti o in un unico pezzo e ad angolo:

  • Rosso 0: Due pezzi e il pannello dell’armadio ad angolo incontra il pannello dell’armadio base Tavolozza delle informazioni - ElementiWiki
  • Red 90: Due pezzi e il pannello del mobile base incontra il pannello del mobile angolare
  • Rosso tra 0° e 90°: in un unico pezzo, diagonale sopra l’angoloTavolozza delle informazioni - ElementiWiki
    Se si imposta la forza su 0, viene costruito un bullone fino all’angoloTavolozza delle informazioni - ElementiWiki
  • La larghezza 0 può essere utilizzata per disattivare l’apertura

Parametri dell’armadio a righe

Opzione armadio a file

Se si attiva la casella di controllo nel punto appropriato, l’armadio verrà preparato per l’uso in un armadio a riquadri. In particolare, lo spessore del fianco o del fondo viene dimezzato in modo da poter essere abbinato al fianco o al fondo di un altro mobile.